Curiosità e consigli

Il Tastasale: vera e propria prelibatezza Veneta

Il Tastasale oggi rappresenta una vera e propria specialità Veronese e Veneta, da non perdere se si passa per la città di Romeo e Giulietta o nei territori vicini.

Cos’è il tastasal

Il Tastasal o Tastasale non è altro che un impasto di carne macinata fresca di maiale, dalla colorazione rosa vivo, morbida in bocca e al tatto, a cui viene poi aggiunto il sale ed il pepe nero grosso tritato.

Si tratta dello stesso impasto usato per fare la soppressa, il salame e le salamelle e per questo il Tastasale e il suo nome, nascono dall’antica necessità contadina di assaggiare il sale della pasta di questi salumi prima di essere stagionati.

Tastar = assaggiare e Sal = sale

Questo assaggio, lo si faceva utilizzando proprio la pasta di Tastasale per insaporire il risotto e verificare quindi che il sapore fosse buono.

Visto che come detto, il Tastasale deriva dalla carne per i salumi, diverse sono anche le ricette, le spezie e le tecniche utilizzate , custodite gelosamente e tramandate di generazione in generazione per la sua preparazione.

Quello che però non cambia è il modo di abbinarlo al risotto, per creare un piatto dal sapore unico e inimitabile.

Come cucinare il Tastasale

Vediamo quindi la ricetta per preparare  il tipico Risotto al Tastasal Veneto

Riso e Tastasale non sono l’unica abbinata vincente, infatti questo prodotto può essere utilizzato anche per preparare un buon sugo al ragù da abbinare a pappardelle e Lasagne.

Condividi:

Un pensiero su “Il Tastasale: vera e propria prelibatezza Veneta

I commenti sono chiusi.